Iscriviti alla newsletter per ricevere news, promozioni ed eventi.
Consenso al trattamento di dati personali ai sensi del D. LGS. N. 196/03 e del REG. UE 2016/679 In relazione all'informativa che è stata fornita e consultabile al seguente link
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.

Quando e Perché Cambiare il Materasso

28 Giugno 2016
Autori: 
  • Introduzione

In questo articolo ti illusterò quando e perché cambiare il materasso: dal momento giusto per farlo fino ai consigli per la sua manutenzione.

Come Scegliere il Materasso
  • Quanto dura un materasso?

Ti stai chiedendo quanto dura un materasso? E' difficile rispondere in maniera precisa a questa domanda, in quanto la durata di un materasso varia da molti fattori. Generalmente, un materasso realizzato con materiali di alta qualità garantisce delle performance ottimali dagli 8 ai 10 anni. Dopo questo periodo il materasso va cambiato sia per ragioni diusura e d’invecchiamento, sia per motivi igienici; è importante inoltre considerare la corporatura, il peso e le abitudini di chi dorme sul materasso. Comunque, per garantire una buona durata del prodotto, la differenza è data anche da un supporto rete adeguato, oltre che da una manutenzione costante. Un aspetto da tenere in considerazione è la cura nello scegliere il materasso giusto. Ora ti parleremo della durata del materasso memory, in lattice e a molle.

Ricapitolando: se ti stai chiendendo quanto dura un materasso - in relazione alle performance ottimali per evitare dolori fisici- la risposta è circa 8 - 10 anni. Dopo tale periodo è meglio cambiare materasso.

  • Quanto dura in media un materasso in memory?
Come Scegliere il Materasso

Il materasso memory foam prende il nome dalla sua capacità di “ricordare” la forma originale e di ritornare lentamente ad essa dopo essere stato compresso. Tuttavia, con il passare degli anni e con l’utilizzo, perderà almeno una parte di questa resilienza o “memoria”. Come risultato, si possono sviluppare affossamenti e perdita di rigidità che, a lungo andare, offrono meno supporto e comfort. Comunque i consumatori riscontrano sul materasso in memory il 30% in meno di queste problematiche rispetto agli altri modelli in commercio, tra cui quelli a molle.

  • I segnali per cui è meglio cambiare il Materasso in Memory

Ricapitaldo: i segnali per cui capisci che il tuo materasso in memory è da cambiare sono essenzialmente 2:

 

  • affossamenti
  • perdita rigidità
  • dolori alle articolazioni
  • insonnia
  • cattivo umore
  • Che durata garantisce un materasso in lattice?

Adesso ci addentriamo nel mondo dei materassi in lattice: dopo aver letto questo paragrafo saprai quanto dura il materasso in lattice e saprai interpretare i segnali che ti diranno che è ora di cambiarlo! Il materasso in lattice è in assoluto il materiale naturale più elastico che si conosca e ha una capacità istantanea di ritornare alla forma originale.

Per quanto riguarda la manutenzione, bisogna considerare che i materassi in lattice hanno una vita lunghissima, a patto che si adottino diversi accorgimenti quali:

  • ruotare lo stesso in direzione testa-piedi e sotto-sopra almeno ogni mese per garantire il mantenimento di un buon supporto.
  • arieggiare ogni giorno la stanza col materasso completamente scoperto in modo tale da far evaporare l’eventuale umidità e prevenire la formazione di muffe.

 

In caso contrario il lattice tende a perdere la sua naturale elasticità e quindi a creare zone di maggior rigidità che impediscono un'adeguata ergonomia e dunque è meglio cambiare il materasso.

  • Qual è la durata di un materasso a molle?

La durata di un materasso a molle realizzato con materiali di buona qualità è di 8–10 anni. Il modello a molle può durare qualche anno in più rispetto ad uno schiumato in lattice o in memory. Dopo questo periodo il materasso va comunque cambiato sia per ragioni di usura e d’invecchiamento, che per motivi igienici.

  • Come capire quando cambiare materasso?
Come Scegliere il Materasso

Il nostro corpo ha una grandissima capacità di adattamento e tende ad assoggettarsi all'usura del materasso, rendendo così difficile valutarne lo stato. È quindi importante verificare regolarmente le condizioni dello stesso, così da capire per tempo quando è il momento di cambiarlo, prima che non riesca più a sostenere il peso del nostro corpo, creandoci dei fastidiosi mal di schiena o facendoci svegliare ripetutamente durante la notte con gli arti intorpiditi ed appesantiti. Questi campanelli d’allarme, a lungo andare, potrebbero portare a delle patologie piuttosto serie.

Nel caso invece di problemi già presenti come una cattiva circolazione, dolori articolari o mal di schiena, il materasso va cambiato in anticipo, così da evitare ulteriori conseguenze sulla nostra salute.

I segnali d'usura più tangibili sono: presenza di protuberanze; irregolarità e avvallamenti eccessivi sulla superficie; cedimenti nella struttura e nel sostegno del materasso.

Inoltre, è importante tenere in considerazione anche l'aspetto igienico. Con il passare degli anni, nonostante una manutenzione corretta e attenta, nel materasso si deposita inevitabilmente una certa quantità di polvere (composta da particelle organiche ed inorganiche), nell'imbottitura si annidano spore, acari e batteri, nel rivestimento si posano frammenti di pelle, oltre al nostro sudore che filtra all'interno del materasso. Se stai pensando di cambiare materasso, approfitta dei nostri sconti!

  • Come fare la manutenzione del materasso?
Come Scegliere il Materasso

Vuoi evitare di cambiare materasso prima del tempo? Fare una corretta cura del materasso è fondamentale. In molti ci chiedono: come fare manutenzione al materasso? È possibile allungargli la vita e mantenere inalterate le sue performance, seguendo alcune regole per la cura e la manutenzione.

 

  • Utilizzare sempre una rete adatta al tipo di materasso. Scopri in questo video qual è migliore: la rete a doghe larghe o strette.
  • Controllare che le doghe siano sempre inarcate verso l'alto per garantire un supporto adeguato allo stesso.
  • Fare attenzione a non bagnare il materasso.
  • Evitare di pulire il materasso con aspirapolvere o battitappeto, in quanto gli stessi rovinano rivestimenti e imbottiture.
  • Capovolgere e/o girare testa/piedi il materasso con regolarità per evitare l'usura.
  • Rifare il letto solo dopo aver arieggiato la stanza per almeno 20/30 minuti, lasciando scoperto il materasso.
  • Utilizzare un coprimaterasso e un coprirete di protezione.
  • Mantenere sempre pulito il rivestimento, in caso di materasso sfoderabile.
  • Pulire eventuali macchie sui materassi non sfoderabili con una pezzuola bagnata e sapone delicato, strofinando delicatamente.

 

Il materasso è un elemento fondamentale per un buon riposo. Se il nostro corpo riposa bene durante la notte affrontiamo al meglio la giornata, evitando stanchezza e perdite di concentrazione durante il giorno. Un ultimo consiglio... considera l'acquisto di un nuovo materasso come un investimento per la tua salute e benessere.

Scopri qui il nostro video: Come Scegliere il Materasso giusto!

 

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
To prevent automated spam submissions leave this field empty.

recensioni dei clienti

centro materasso

ROSSELLA CALORE, 10/03/2017

Sono stata soddisfatta dell'accoglienza, della competenza e della puntualita'.

CLIENTE GIORGIO, 24/02/2017

Soddisfatto dell'acquisto sia del materasso che dei cuscini ,questi ultimi li cambiavo ogni anno per problemi cervicali,consiglio vivamente.

PAOLO, 24/02/2017

Qualità del prodotto e professionalità che su cerca di più.

Chiedi consiglio ai nostri specialisti

Hai delle domande o richieste da fare? Non esitare a contattarci, un esperto a tua disposizione ti risponderà al più presto.